Adsense Banner

Tutorial

Settaggi Base per Blender - Prima parte

blenderdefaultsBlender è un programma fantastico ed estramamente potente, tanto da competere con i più famosi software proprietari della categoria. Spesso però è stato accusato di essere poco user friendly, perciò molti nuovi utenti tendono ad arrendersi o a evitare di avventurarsi nell'uso di Blender. Questa impostazione un po' rigida è stata scelta per non disorientare i vecchi utenti, scatenando però accese polemiche. Per questi motivi ho deciso di raccogliere alcuni trucchi, che poi sono semplicemente delle impostazioni da rendere pronte all'avvio,  e riproporle a seguito dove è possibile trovare un elenco di alcune impostazioni che ci possono facilitare la vita.  

USER PREFERENCES

Nel Menù File clicchiamo su Preferences per aprire la finestra delle configurazioni

Sezione "Interface"

Zoom to Mouse Position

zoom-to-mouse

Zoom alla posizione del mouse fa esattamente quello che suggerisce la voce d'impostazione. Per impostazione predefinita, quando si utilizza la rotellina del mouse per ingrandire in una finestra, il punto focale dello zoom è sempre al centro della finestra. Zoom to Mouse Position utilizza invece la posizione corrente del puntatore del mouse come punto focale per lo zoom, significa che è possibile zoomare rapidamente in aree specifiche, senza la necessità di ingrandire e poi spostare la visuale, come siamo obbligati per default. Molti RTS moderni e grandi giochi di strategia utilizzano un sistema simile.

Questo richiede un po' di tempo per prenderci la mano, ma rappresenta un succesivo risparmio di tempo enorme, una volta che lo si ha imparato ad usare.

 

Ruota intorno Selezione

rotate-around

Ruota intorno alla Selezione è anch'esso piuttosto autoesplicativo. Per impostazione predefinita, quando si ruota la finestra in Blender, la visuale ruota intorno a un punto invisibile nello spazio al centro della finestra. Rotate around Selection sostituisce questo comportamento in modo che qualunque oggetto selezionato rimanga nella stessa posizione a due dimensioni all'interno della finestra dello schermo. Ciò è estremamente utile per manipolare le scene, come si può facilmente capire diventa possibile selezionare gli oggetti che devono fungere da perno quando si ruota.

Questa opzione è particolarmente potente quando viene combinato con lo zoom alla posizione del mouse, in quanto le due caratteristiche si completino a vicenda.

 

Scena globale

global-scene

Per impostazione predefinita ogni layout dello schermo si ricorda quale scena si stava utilizzando, quindi, quando si cambia scena, solo il layout corrente cambia effettivamente alla nuova scena. Questo significa che se si lavora su scene1 nel layout di default, passando alla scene2 e poi volendo usare il layout UV in scene2, apparirà invece scene1.

Global Scene assicura che quando si cambia scena, tutti i layout cambino immediatamente a quella scena, che significa che sei libero di scambiare tra i vari layout, dopo uno scambio di scena senza ulteriori passaggi. Ovviamente l'utilità di quest'opzione dipenderà dal vostro flusso di lavoro e dal tipo di progetti a cui si lavora, ma consiglio personalmente questa opzione perchè a me fa risparmiare un sacco di tempo, e penso che sia molto meno confusionaria per i nuovi utenti rispetto l'opzione di default.


Visualizza Mini Axis - Per principianti

miniaxis

Questo è in realtà utile solo ai nuovi utenti non avvezzi a lavorare nello spazio 3D. Il più veloce che si impara è lo mnemonico RGB  = XYZ e permette semplicemente di essere sempre consapevoli dei 3 assi, mentre ci si muove intorno alla finestra, così si diventa più rapidamente abili a produrre complesse trasformazioni e manipolazioni alla viewport senza pensarci.

Per questo motivo, mi sento di raccomandare di ipmpostare le dimensioni del mini asse a circa 50 (su 1920 × 1080 display) e aumentando la sua luminosità a 10, semplicemente così diventa un po' più evidente, mentre si lavora. Imparare l'orientamento gli assi, fa risparmiare enormi quantità di tempo.

 

Prospettiva Automatica

autoperspective

La parte molto utile di quest'impostazione è che ogni volta che si richiama una vista dall'alto / fronte / laterale essa passerà automaticamente a un obiettivo ortogonale. Questo è utilissimo perché la maggior parte delle volte si utilizza uno di questo tipo di vista per un motivo tecnico e non per godere della vista del modello, così da risparmiare la pressione di un tasto se fosse in vista "prospettiva" .

Il lato negativo però, è che ogni volta che si ruota la vista con la rotella del mouse, costringe a passare ad una vista "prospettiva". Se Blender potresse avere un vero stato separato per superiore / laterale / frontale rispetto agli angoli personalizzati, allora questo potrebbe essere una grande funzionalità.

 

Prompt Quit - solo per Windowspromptquit

Per default di Blender chiude tranquillamente senza preavviso, anche se non hai le modifiche apportate al progetto salvate. Prompt Quit è stato aggiunto dalla versione 2.63 e ora Blender si ricorderà di salvare tutto il vostro duro lavoro! Sembra che questa sia ancora solo una funzionalità solo per Windows, si spera che in futuro venga implementata anche nelle altre piattaforme.

Nota: ci sono ancora alcuni casi in cui Blender non dispone di prompt click, ovvero la sovrascrittura dei file (anche se il nome verrà evidenziato in rosso) e l'apertura di un file su quello che non avete ancora salvato. Quindi, questa funzione consente di correggere solo una parte del problema...

Filippo Porcari
Author: Filippo PorcariWebsite: http://filippo.porcari.oranjuice.org/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
designer freelance
Sono un graphic designer e mi occupo di pubblicità. Da più di 10 anni dedico le mie energie alla realizzazioni d'immagine aziendale e comunicazione visiva con un'attenzione alle nuove tecnologie del web. Da qualche anno ho scoperto il software open source e mi sono dedicato alla sua introduzione nel mio workflow produttivo ottenendo ottimi risultati.

© copyright 2011

Porcari Filippo studio grafico - p.iva 01985590023

Tutti i diritti riservati.