Adsense Banner

Tutorial

Come renderizzare i capelli con Cycles di Blender

Recentemente i forum di Blender sono in fermento per la nuova funzione di Cycles.

In questo tutorial di Andrew Price, giovane ma esperto artista 3D australiano e titolare del sito Blender guru, verremo introdotti finalmente all'uso della funzione che tutti stavamo aspettando.

 

 

La versione originale de tutorial in inglese si può trovate qui.

Per usare le nuove capacità di renderizzare i capelli è necessario usare l'ultima build di blender.

Nel dicembre del 2012 iniziarono ad apparire  primi render di capelli e da allora è cresciuta da unasemplice  funzione sperimentale, in qualcosa di stabiled. Infatti il rendering dei capelli verrà inclusa nella prossima versione ufficiale di Blender la 2.66, prevista per le prossime settimane.

Risultato Finale

"oo la la" said Sintel. Staring suggestively into the camera.

Questo tutorial si occupa esclusivamente del rndering dei capelli quindi è necesario partire da una base già modellata.

 

Intro

 

This tutorial is all about taking a previously made model with hair, and making it work with Cycles.

Imparare a renderizzare i capelli ha più utilizzi di quanto si possa pensare. Che tu sia un architetto o un animatore, probabilmente prima o poi sarai chiamato a utilizzare il rendering di filamenti.

Questo render di capelli fenomenale è stato realizzato con 3ds max.

Perfect example of stunning hair, made with 3ds Max. Image Courtesy of Max Malyy.

Immagine per gentile concessione di Max Malyy.

Comparazione tra il nuovo e il vecchio

Il vecchio modo di  renderizzare i filamenti comportava parecchi click, alcune lampade, poco pratiche texture e l'allineamento dei pianeti per farlo funzionare.

Il nuovo metodo è ppiù semplice, veloce e produce migliori e più realistici risultati.

OK, iniziamo

Settaggio delle particelle

Apriamo il file di partenza, che abbiamo scaricato, e dovrebbe apparire Sintel, in posa e pronta per il render con solo i capelli senza i relativi materiali.

Con i capelli selezionati, andiamo al pannello delle particelle e scorriamo verso il basso fino a vedere le impostazioni di rendering di Cycles per i capelli:

Se non vedi queste opzioni quindi:

  1. Scarica l'ultima build
  2. Vai al pannello di settaggio del render e imposta la modalità su CPU e Experimental.

La prima cosa da guardare è la modalità di rendering dei capelli:

Don't be confused by the terminology, it's actually pretty easy to grasp.

Non farti confondere dalla terminologia, in realtà è abbastanza facile da capire ...

Le modalità sul lato sinistro sono più veloci, ma ma il render è di bassa qualità, e le modalità sul lato destro sono più lente, ma di render è di qualità superiore:

Se non siete sicuri di cosa scegliere, restare con la modalità predefinita: True Normal. Offre i migliori risultati per la maggior parte delle scene. Modificare le modalità a seconda di quanto è vicina la fotocamera al soggetto.

Ora consente di passare alla successiva impostazione: Shape.

L'impostazione shape specifica quanto velocemente o lentamente la larghezza del capello si assottiglierà:

Per i capelli umani, si dovrebbe usare qualcosa di valore negativo.

Noi useremo -0.8:

Poi ci sono i valori di Root e Tip. Questi sono semplicemente la larghezza del pelo.

Per qualche strana ragione il valore di default per la radice è 1, che vi darà fili grande quasi quanto la testa Sintel. Un valore più ragionevole per capelli è 0.002:

Lasciare Tip a 0, dal momento che vogliamo i capelli a cono fino a larghezza 0.

Materiale

Aggiungere un nuovo materiale e denominarlo capelli. Puoi inoltre impostare la modalità anteprima a Strand.

Per fortuna, non c'è bisogno di reimparare i materiali per amore dei filamenti, dato che i materiali del filamenti funzionano come qualsiasi altro oggetto in Cycles.

Passare all'editor dei nodi. Per avere capelli lucidi, aggiungiamo un nodo Glossy shader e collegatelo allo shader Diffuse predefinito utilizzando un nodo Mix. Impostare i valori come indicato:

Ora diamo ai capelli un po' di colore. Useremo la texture dei capelli, che viene fornito in bundle con Sintel:

Hair Texture. Click to Download.

La Texture dei capelli (Clickatela per scaricarla Download)

Aggiungere un nodo immagine di texture e caricare la texture dei capelli, quindi collegarlo al nodo Diffuse Shader:

Ora si dovrebbe ottenere questo pasticcio rumoroso:

... Ma almeno si può vedere che sta funzionando

Ora, per farle una testa rossa.

Aggiungere una curva RGB (che è un'altra nuova funzione!) Tra la texture e il nodo Diffuse. Fare clic su canale (rosso) R  e dargli una gobba leggera.

Infine si dovrà dare ai capelli un po' di trasparenza in modo che la luce possa passarci attraverso.

Aggiungere un nodo Translucency e collegarlo al nodo RGB:

Successivamente aggiungere un nodo Shader e collegarlo tra il nodo Translucent e il nodo materiale finale.

Final Node Setup

Impostazione finale dei nodi

 

Terminato!

YEEAAAAAHHH

Ora si dovrebbero avere i capelli che renderebbero piangere un uomo calvo.

Suggerimento aggiuntivo: Sfumare i capelli

In alcune circostanze, può essere necessario avere i capelli sfumati. In genere questo non è un bene per i capelli umani, ma è ottimo per la pelliccia.

1. Aggiungere un nodo Transparent e collegarlo con l'uscita dallo shader , utilizzando un nodo Mix:

2. Aggiungiamo  un nodo Info Hair e colleghiamo l'uscita Intercept all'ingresso Fac dello shader Mix:

Intercept agisce per modificare il materiale lungo la lunghezza dei filamenti (come questo).

Ecco un prima e dopo di una scena diversa:

E se questo è un po' estrema, è possibile aggiungere un ColorRamp tra l'intercept e il nodo mix per la personalizzazione aggiuntiva.

Filippo Porcari
Author: Filippo PorcariWebsite: http://filippo.porcari.oranjuice.org/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
designer freelance
Sono un graphic designer e mi occupo di pubblicità. Da più di 10 anni dedico le mie energie alla realizzazioni d'immagine aziendale e comunicazione visiva con un'attenzione alle nuove tecnologie del web. Da qualche anno ho scoperto il software open source e mi sono dedicato alla sua introduzione nel mio workflow produttivo ottenendo ottimi risultati.

© copyright 2011

Porcari Filippo studio grafico - p.iva 01985590023

Tutti i diritti riservati.