Adsense Banner

news

Gimp: cosa ci aspetta nella prossima versione 2.10

535px-GIMP Icon svgPer il prossimo GIMP 2.10, gli sviluppatori prevedono completamente traghettare verso il nuovo motore di calcolo GEGL. Questo offrirà maggiore profondità di colore, maggiore capacità di editing non distruttivo e maggiore velocità rendering attraverso il supporto futuro a OpenCL. Diamo un'occhiata le modifiche gia presenti in GIMP 2.9 e che la differenziano dalla 2.8.

Faccio inanzitutto chiarezza sulle versioni di GIMP: le versioni pari sono considerate stabili e quindi pronte all'uso di tutti i giorni e di produzione mentre le dispari sono versioni instabili di sviluppo. Quindi la 2.8 e la versione stabile, mentre la 2.9 è considerata instabile e per poi diventare 2.10 e cioè stabile entro il 2013.

L'articolo originale in inglese lo trovate qui.

 

Canali a 16/32 bit di profondità colore

Il primo grande passo per GIMP: il supporto ai canalicanali16/32 bit

Da ora in poi saremo in grado di lavorare con maggiori informazioni sul colore e dettagli sulle nostre immagini. tutto ciò semplicemente darà la possibilità di creare delle sfumature colori super-morbide. Teoricamente sarà possibile editare direttamente le immagini RAW in GIMP perchè sarebbe possibile avere uno spazio colore sufficentemente ampio da contenere tutti i dettagli dell'immagine RAW  – comunque questa specifica opzione non è stata implementata.

GIMP 2.10 sarà quindi in grado di lavorare con:

  • 16 bits per canale – intero fisso
  • 16 bits per canale – a virgola mobile
  • 32 bits per canale – intero fisso
  • 32 bits per canale – a virgola mobile
  • 8 bits per canale – intero fisso

IIlluminiamo sulla differenza tra intero e virgola mobile: Se avessimo un'immagine con una precisione per canale di 16-bit interi, avremmo 65.536 tonalità differenti di red, green e blue – tutti ugualmente distanti tra loro (distanza uguale del colore). Se l'avessimo invece in virgola mobile, le distanzwe non sarebbero più uguali – in modo da poter distribuire i possibili valori di colore su intervalli selezionati. Ad esempio: se si sa che si ha un immagine molto scura con molte sfumature di toni di colore rosso scuro allora si potrebbe beneficiare di virgola mobile, perché è possibile ridurre l'importanza dei toni di colore più chiare e ottenere dettagli più colore su solo i rossi più scuri. 

     

      Conversioni in vari spazi colori senza perdita d'informazioni

        È ora possibile convertire le immagini in diversi spazi colore al volo avanti e indietro come si vuole senza la perdita di nessuna o quasi nessuna delle informazioni.

           

              Nuovo Strumento: Trasformazione unificata

                Cliccando sun livello con questo strumento, si potrà non solo scalare il contenuto del livello, ma anche ruotarlo e modificarne la prospettiva, il tutto in un'unica operazione.

                  Questo combinerà in GIMP 2.10 tutte le trasformazioni in un'unica sola facendo risparmiare parecchio tempo perchè non sarebbe più necessario cambiare strumento. 

                     

                        Ridimensionamento delle immagini di qualità fortemente migliorata: Campionatori NoHalo e LoHalo

                          In precedenza GIMP ridimensionava le immagino con buoni risultati ma spesso non perfetti, Ad esempio fastidiose distorsioni soprattutto su testo e linee oblique.

                            I nuovi campionatori saranno in grado di produrre immagini chiaramente migliori, specialmente nella rotazioneo rimpicciolimento di ogni livello.

                              Ma ci sono alcune cose da tenere a mente:
                              Dovremo usare

                                  • il metodo LoHalo: quando riduciamo un'immagine ameno della metà delle dimensioni originali
                                  • il metodo NoHalo quando non si riduce la dimensione di molto (rotazione, taglio o simili)
                                  • il metodo LoBlur (ancora da venire) produrrà risultati con bordi molto netti
                                  • LoJaggy (ancora da venire) è un metodo speciale rivolto a ridurre lo jaggyness

                              Quindi per ridurre un'immagine generalmente il metodo LoHalo è generalmente il migliore. Mentre per allargare, ruotare o applicare una trasformazione prospettica è meglio NoHalo. Queste preferenze cambiano in base al tipo d'immagine.

                                Nell'esempio a lato si piò vedere chairamente la qualità dei nuovi metodi di campionamento.

                                  In alto a sinistra: si può vedere in non troppo bello effetto moire sugli occhi.
                                  In alto al centro: rideimensionata con NoHalo a circa un 1/4 della sua dimensione originale. Ancora molto spigoloso e si può noptare un leggeto moire sugli occhi.
                                  Inalto a destra: usando LoHalo si produce un risultato più morbido e si riduce il moire, ma è meno spigoloso del NoHalo.

                                   

                                   

                                   

                                     

                                       

                                         

                                           

                                             

                                               

                                                  Estesa l'anteprima a molti filtri

                                                    Con il nuovo GEGL di essere sostituiti e riscritti. Si tratta di uno sforzo enorme, ma i benefici comprenderanno un parziale live-editing (dove possibile) in modo da poter vedere i risultati direttamente sul canvas (motion blur, nitidezza, effetto pixel, ecc.) Questa funzione consente di utilizzare la nuova elaborazione lato multi-core e pure la GPU.

                                                    La sfocatur gaussiana e di movimento  verranno visualizzate sul canvas e anche la maggior parte dei filtri di creazione di rumore, in modo da poter vedere immediatamente ciò che sarà il risultato. sull'immagine a lato è stato usato il rumore HSV 

                                                     

                                                     

                                                    Supporto alle CPU Multi-core e alle GPU

                                                    GIMP 2.8 non supporta il calcolo multi-processore dei filtri. Ciò cambierà con GIMP 2.10. Alcuni filtri qguadagneranno enormemente in velocità sfruttando l'accelerazione hardware. Comunque solo pochi filtri  sono stati riscritti per far uso dell'accelerazione OpenCL.

                                                    OpenCL è attualmente disabilitato per default. Se si vuole vederlo i azione bisogna settare il parametro “GEGL_USE_OPENCL=yes” parameter quando si avvia  GIMP da terminale. Sarà comunque impolementato in seguito.

                                                     

                                                      Filtri accellerati con OpenCL

                                                        Ecco i filtri che attualmente già fanno uso della potenza delle multi-CPU/GPU con un risultato di maggiori prestazioni:

                                                          Gaussian Blur, Grey, Laplace, Motion Blur, Pixelize, Sobel, Threshold

                                                            Da notare che per GIMP 2.10, non tutti i filtri necessitano di essere accellerati. Per alcuni di quelli, non è importante e alcune volte non c'è alcun guadagno di velocità computazionale.

                                                              Nell'esempio, è stata usata una sfocatura  su un'immagine di 1400×1400 con differenti valori per i paramentri; ad ogni cambio di parametri è stata renderizzata direttamente sul canvas in meno di un secondo! Veramente immpressionante.

                                                               

                                                                Filtri e plugin basati su GEGL

                                                                  I seguenti fitri che sono stati riscritti per far si che GIMP possa usare il nuovo motore grafico (GEGL) che si traduce in maggior  sostegno a tutte le caratteristiche di profondità colore e l'accelerazione possibile tramite OpenCL:

                                                                  Cartoon, Checkerboard, Color to Alpha, Convolution Matrix, Cubism, Deinterlace, Difference of Gaussian, Emboss, Fractal Explorer, Fractal Trace, Gaussian Blur, Grey, Grid, HSV Noise, Laplace, Lens Distortion, Motion Blur, Noise Spread, Oilify, Photocopy, Pixelize, Plasma, Polar coordinates, Red eye removal, RGB noise, Ripple, Rotate Colors, Shift, Sobel, Softglow, Spread, Threshold, Unsharp Mask, Waves, Whirl and Pinch, Wind.

                                                                   

                                                                    ICC v4 color profile conversion support

                                                                      LittleCMS 2 è statofinalmente implementato in GIMP rendendo possibile convertire le immagini nei vari profili colori senza la perdi di informazioni.

                                                                          Computazione basata sui riquadri e proiezione

                                                                          Quando il passaggio al nuovo motore grafico sarà completo, ogni operazione lavorera co i riquadri, cioè l'avanzamento della computazione avverrà riquadro per riquadro, come si puo vedere dall'immagine a lato.

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                           

                                                                              Correzione della temepratura colore

                                                                              Questo è un nuovo filtro presente nel menu Colors che permetterà la correzione della temperatura colore delle nostre foto. Si potrà spostare il punto di bianco per rendere l'mmagine più fredda o più calda o semplicemente correggere il punto di bianco portandolo alla giusta temperatura in gradi Kelvin.

                                                                                 

                                                                                   

                                                                                   

                                                                                   

                                                                                   

                                                                                  Queste sono le novita che sicuramente troveremo in GIMP 2.10 che potrebbe essere rilasciato sul finire del 2013. Questa è una vaga stima e non c'è nulla di ufficiale.

                                                                                  Filippo Porcari
                                                                                  Author: Filippo PorcariWebsite: http://filippo.porcari.oranjuice.org/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
                                                                                  designer freelance
                                                                                  Sono un graphic designer e mi occupo di pubblicità. Da più di 10 anni dedico le mie energie alla realizzazioni d'immagine aziendale e comunicazione visiva con un'attenzione alle nuove tecnologie del web. Da qualche anno ho scoperto il software open source e mi sono dedicato alla sua introduzione nel mio workflow produttivo ottenendo ottimi risultati.

                                                                                  © copyright 2011

                                                                                  Porcari Filippo studio grafico - p.iva 01985590023

                                                                                  Tutti i diritti riservati.